Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Hotel Astoria Sorrento

    Hotel Astoria Sorrento

    Ospitalità di Qualità Camere e Colazione Albergo 4 Stelle Ristorante Centro Storico Sorrento Riviera di Napoli Campania Italia

  • Sorrento Driving Guide

    Sorrento Driving Guide

    Servizio di trasferimento da e per gli aeroporti della Campania, Transfer ed escursioni esclusive in Costiera Amalfitana, Tour...

  • Private Tour in Italy

    Private Tour in Italy

    Noleggio auto con conducente, escursioni esclusive, trasferimenti, taxi privati Sorrento, Riviera di Napoli, Positano, Costa d'Amalfi,...

  • Il Borgo Ristorante Sorrento

    Il Borgo Ristorante Sorrento

    Cucina tradizionale, Gastronomia Mediterranea, specialità a base di pesce Terrazza Panoramica, Penisola Sorrentina Sorrento Napoli...

  • Hotel Maison Tofani Sorrento

    Hotel Maison Tofani Sorrento

    Ospitalità di Qualità e Charme Sruttura di Design Sorrento Riviera di Napoli Costa delle Sirene Campania Italia

tu sei qui: Home Vico Equense

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Vico Equense

Descrizione

Splendida località della penisola sorrentina , situata su un promontorio a picco sul mare e dominato dalla mole del Monte Faito (1400 metri), Vico Equense è rinomata per le sue sorgenti sulfuree, dalle nota proprietà terapeutiche, e per essere la patria della "pizza a metro".
Il toponimo ha chiare origini romane e deriva da "vicus" (piccolo villaggio) a cui fu aggiunta successivamente la specificazione "aequensis", col significato, quindi, di "borgo dei cavalieri".
Sebbene fosse una delle mete predilette dalla borghesia romana che qui realizzò la maggior parte delle sue "villae", antichi ritrovamenti attestano che l'area fosse stata abitata da popolazioni italiche, prima, greche ed etrusche, poi. Dopo la caduta dell'Impero Romano, conobbe la furia distruttiva delle invasioni barbariche, in particolare quella del re goto Teia. Nel XIII secolo acquistò l'indipendenza da Sorrento e dal suo ducato, e, durante le guerre di successione tra francesi e spagnoli sostenne sempre i primi.

Accanto alle indiscutibili bellezze naturalistiche, Vico Equense offre anche un vasto patrimonio storico ed architettonico:
- la Cattedrale dell'Annunziata, risalente al XIV secolo, unico esempio di stile gotico in penisola sorrentina. All'interno sono conservati stalli intagliati, arredi preziosi, tombe intagliate, affreschi e tele di gran pregio e le spoglie del noto economista napoletano Gaetano Filangieri;
- la Cappella dell'Assunta, già esistente nel XV secolo, con un pregevole altare ligneo del XVIII secolo;
- la Chiesa della Madonna della Grazie, già esistente nel XV secolo e ricostruita nel XVI secolo;
- Chiesa ed ex Convento della Santissima Trinità e Paradiso, complesso realizzato nel XVIII secolo, oggi utilizzato come sede di spettacoli estivi, mostre e rassegne teatrali;
- la Chiesa dei Santi Ciro e Giovanni, con bella cupola maiolicata del Settecento;
- la cinquecentesca Chiesa di Santa Maria del Toro, dal pregevole soffitto a cassettoni intagliato e decorato, cupola affrescata ed affresco rinascimentale sull'altare maggiore;
- la cappella di Sant'Antonio, a Marina d'Equa;
- la Chiesa di Santa Maria Vecchia, a Seiano, risalente alla fine del XVI secolo, al cui interno sono custoditi numerosi ex-voto di marinai della zona;
- la Chiesa di San Marco, terminata nel 1796, a pianta circolare;
- la cappella del Crocifisso e dell'Immacolata, nella frazione di Seiano;
- la Chiesa di San Salvatore, nell'omonima frazione;
- la cappella di Santa Lucia (XIV secolo), ricoperta di mirabili affreschi in stile giottesco;
- la Chiesa di San Giovanni Battista, con la splendida pala d'altare cinquecentesca raffigurante la Madonna del Rosario, una lapide di epoca angioina ed il campanile che funge anche da facciata;
- la Chiesa di santa Maria del Castello, di antiche origini, da cui è possibile ammirare un suggestivo panorama della vicina Positano;
- la Chiesa di San Michele Arcangelo, al cui interno è conservata una lapide sepolcrale romana del III-IV secolo d.C. ed un blocco di tufo nero con croce ed iscrizione in greco anteriore all'anno Mille;
- la Chiesa di Sant'Andrea apostolo, dall'aspetto settecentesco e con un pregevole pavimento;
- il Convento di San Francesco (XVII secolo), dal cui belvedere si ammira l'intero golfo di Napoli. Interessanti sono le maioliche del refettorio e l'affresco seicentesco raffigurante La Cena.
-il complesso conventuale dei Camaldolesi, in località Arola;
- la Torre di Caporivo, in località Marina d'Equa;
- la Torre di Scutolo, in località Montechiaro;
- il castello angioino, più volte rimaneggiato nei secoli successivi;
- il castello medievale, realizzato nel X secolo dal duca di Sorrento;
- l'ex arsenale, successivamente adoperata come calcara, caratterizzato da una doppia fila di archi gotici in stile catalanesco;
- l'Antiquarium Silio Italico, che espone reperti datati dal VII al III secolo a.C. apparteneti a varie civiltà succedutesi nella zona (italici, greci e etrischi);
- il Museo Mineralogico Campano, che espone una ricca collezione di minerali e reperti fossili.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 95.633 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

Scegli la lingua

italiano

english